La quercia di Guillotin

chêne à Guillotin Brocéliande
Marque Bretagne

La quercia di Guillotin e eudo de stella

Un albero straordinario simbolo di protezione

Rimarrete sicuramente meravigliati davanti alla sua circonferenza smisurata e ai suoi giganteschi rami che lo rendono magnifico. Un tempo chiamato Quercia delle rues Éon in memoria di Eone o Eudo de Stella, quest’albero straordinario che si trova a Concoret, avrebbe fra gli 800 e i 1000 anni. Deve il suo nome all’abate Guillotin, monaco ribelle che si rifugiò nella parte vuota del suo tronco durante la Rivoluzione. Questa versione sembra provenire da un altro fatto della stessa epoca: un certo Joachim Masson, anche lui monaco ribelle, si nascose all’interno della quercia per sfuggire ad alcuni rivoluzionari. Dovrà la sua salvezza a una ragnatela tessuta in poche ore davanti all’apertura dell’albero… In questo qualcuno vedrà probabilmente una prova dell’esistenza di forze superiori… E voi?

Lo stato di salute di questa quercia peduncolata, il cui tronco incavato sfiora i 10 m di circonferenza, ha richiesto l’attuazione di un monitoraggio sanitario e di misure di gestione precauzionale (chiusura dell’ingresso nel tronco e passerella di legno intorno all’albero) con lo scopo di conciliare la sopravvivenza dell’albero e il flusso di turisti che esso richiama. Altre operazioni di salvataggio sono state operate dall’Ufficio nazionale delle foreste per tentare di ridurre le gravi ferite provocate dalle intemperie.

Eudo de Stella, il Robin Hood di Brocelandia

Nel XII secolo il passaggio della cometa di Halley provoca catastrofi climatiche e periodi di carestia in tutto l’Occidente. Il nostro caro eremita prenderebbe il suo nome stellare proprio da questo fenomeno! Il bizzarro personaggio, ora profeta, ora stregone, era seguito da numerosi discepoli. Considerato dalla Chiesa più pazzo che eretico, si racconta che Eudo de Stella e i suoi compagni percorressero il territorio di Brocelandia saccheggiando le ricche dimore di Dio e i signori per ridistribuire il bottino agli affamati e ai miserabili… Guarda, guarda, non vi ricorda qualcuno? La leggenda racconta che Eudo avrebbe nascosto due barili pieni d’oro dentro la quercia di Guillotin, che da allora sono chiaramente scomparsi…

Accesso

Il sito è accessibile tutto l’anno.
Dove si trova: Comune di Concoret, nei pressi della frazione di Crozon.

Scaricate la mappa dei luoghi e dei sentieri leggendari

 

Nei dintorni